Ombre Rosse

Gli occhi del Drago

Gli occhi di Mario Draghi sono una finestra aperta sul nulla. Non contengono e non trasmettono emozioni, sensazioni, sentimenti, impulsi, empatia. Quello che vedono e che si imprime loro sulla retina semplicemente non esiste, serve soltanto a misurare la distanza tra la sua ambizione e la sua soddisfazione.

Disgraziata la patria che ha bisogno d’eroi, diceva Bertolt Brecht. Ogni epoca ed ogni popolo hanno il governo che si meritano, dice un vecchio adagio. Noi ci siamo meritati Mario Draghi. Il salvatore di una patria che non sa neanche se realmente aveva bisogno di un simile salvatore.

Il nostro eroe ostenta bonomia, sorride come il funzionario di banca che vi annuncia che il prestito vi è stato concesso, al fido che volevate. I suoi occhi vi sembrano luccicare trasmettendo buoni sentimenti come i vostri. E ancora non avete visto un estratto conto.

Negli occhi di Mario Draghi non c’è altro che il vuoto.Un vuoto siderale che si porta appresso il gelo delle correnti dello spazio profondo e deserto. E’ un uomo per tutte le stagioni, soprattutto la sua, quella in cui crede da sempre di poter conseguire i propri traguardi, soddisfare le proprie ambizioni.

La natura ha dotato perfino lui di un minimo di pudore. Prende il sopravvento in lui soltanto per un istante, ma quanto basta per non fargli svelare la propria essenza quando enuncia la più bestiale delle equazioni.

Autore

Mr. Bloogger

Lascia un commento