Altre Notizie Attualità

Fratelli d’Italia: «Fateci raggiungere i negozi di fiducia»

Consentire lo spostamento, entro 30 chilometri dal luogo di domicilio e solo con mezzi propri, per raggiungere i negozi di fiducia. E’ questa la proposta di cui il consigliere Comunale Tommaso Cocci (Fdi) e la dirigente nazionale di Fratelli d’Italia Chiara La Porta si sono fatti portavoce per il territorio pratese, raccogliendo l’appello del neo consigliere regionale Vittorio Fantozzi (Fdi) all’Assessore Regionale Marras e a tutti i prefetti Toscani.

«Riteniamo necessario – affermano i due in una nota – affrontare queste lunghe e dure settimane che ci aspettano con il massimo grado di buon senso, attenzione e equità, che inevitabilmente si devono mostrare tanto nei comportamenti quanto sotto il profilo dell’applicazione delle norme previste dal DPCM. Consentire ad un’abitante della Vallata di raggiungere il primo supermercato utile in città corrisponde ad un atto di ragionevolezza quanto permettere ad un cittadino pratese di raggiungere il negozio di fiducia, anche se fuori comune, purchè in un raggio di 30 km. In questo modo garantiamo agli esercizi commerciali di poter tirare un piccolo sospiro di sollievo e ai cittadini di continuare a usufruire degli abituali servizi».

«Siamo consapevoli – continua Cocci- che l’emergenza sanitaria è grave, ma allo stesso tempo dobbiamo cercare di fare il possibile perché l’attuale crisi non assuma dimensioni più tragiche sia sotto il profilo economico che sociale. Certe battaglie vanno portate avanti al di là dei partiti, per questo mi sto muovendo per far firmare un appello al Prefetto che armonizzi, a livello provinciale, tutti gli interventi che molti eletti negli enti locali  stanno in questi giorni presentando».

«Il nostro auspicio – conclude La Porta- è anche che, con il buon senso di tutti, si possa evitare, in una provincia piccola come la nostra, un dispiegamento a controllo dei confini comunali da parte di forze dell’ordine, che invece potrebbero essere impegnate per fronteggiare situazioni ben più importanti sia sul versante del rispetto delle prescrizioni covid sia su altri fronti, purtroppo sempre caldi, di pubblica sicurezza»

Autore

Redazione

Redazione

Lascia un commento