Ombre Rosse

Head to head, l’Occidente col fiato sospeso

Per quattro anni abbiamo respirato di sollievo, mentre i democratici ricacciati indietro cercavano di intorbidare le acque, nonostante Trump nel frattempo riportasse l’economia americana – il motore del pianeta, che piaccia o no agli intellettuali da spinello libero di qua e di là dell’Atlantico – a livelli mai più raggiunti dai tempi di Reagan, e costringesse l’Occidente volente o nolente a rialzare la testa, malgrado le tentazioni di resa totale alla Cina ed ai Terzi e Quarti Mondi sempre più aggressivi.

Come nel 2000, annus horribilis per il sistema elettorale americano, siamo di nuovo aggrappati al conteggio e riconteggio delle schede votate per posta. Come nel 2000, dovremo aspettare il risultato pronunciato dalla Corte Suprema, e chissà se e quanto sarà un risultato genuino. La democrazia americana è un meraviglioso miscuglio di futuribile e di vintage di cui già ai tempi di George Washington si discuteva l’opportunità. Funziona così da più di duecento anni, non sarà questa la volta in cui andrà in crisi, malgrado gli auspici di chi vorrebbe un mondo eterodiretto da altre bandiere che non quella a stelle e strisce.

Chiunque vinca tra Biden e Trump sarà il presidente degli Stati Uniti, e la mattina dopo avrà il rispetto incondizionato di un intero paese che crede ancora nelle sue istituzioni (al netto dello scarso fair play dimostrato dai democratici negli ultimi anni, da quando si sono resi conto che neanche in America vincono più senza ricorrere al gioco più o meno sporco). Gli Stati Uniti del resto alla testa dell’economia e della politica mondiale in qualche modo ci resteranno. Siamo noi, i vecchi decrepiti e debosciati europei che, nonostante l’illusione di non aver più bisogno di loro, senza di loro ci troveremmo a mal partito. Finiremmo strozzati da miasmi cinesi o sgozzati da scimitarre islamiche.

La vittoria di Biden farebbe di noi dei morti che camminano. Chi è giovane, può anche illudersi del contrario e credere di avere un cuore. Chi è più anziano, dovrebbe sapere bene ciò che gli dice la testa. Se alla fine di questo head to head con probabile riconteggio di schede e ricorsi e controricorsi le schede democratiche dovessero risultare in qualche modo più di quelle repubblicane, noi abbiamo chiuso. Game over.

Autore

Mr. Bloogger

Mr. Bloogger

Lascia un commento