Altre Notizie Teatro

Il Politeama è ritornato teatro

L’ultima poltroncina rossa è stata rimontata mercoledì. Il Politeama Pratese recupera la sua vocazione di teatro, la sua anima più autentica, e si prepara alla nuova stagione sotto la guida della nuova presidente Beatrice Magnolfi. Non è più una piazza vuota ma ritrova la platea che, secondo le attuali norme anti-Covid, passa da 960 a 312 sedute perdendo la galleria.

È un teatro rinnovato quello che si prepara ad accogliere in sicurezza gli spettatori per la prossima stagione: durante l’estate sono stati eseguiti i lavori di imbiancatura ed è stata sanificata la sala. La pianta a scacchiera garantisce la distanza fisica fra le poltrone che, in base ai protocolli di sicurezza, è di un metro ma che è stata elevata a 1,10 metri come precauzione in più.

Il ritorno delle sedute ai piedi del palco segna l’avvio di una fase nuova per il teatro di via Garibaldi, che guarda al futuro senza perdere il legame con il suo illustre passato, fatto di collaborazioni storiche come quelle con la Camerata Strumentale  (la prima serata di concerto sarà il 22 settembre) e la scuola di musical Arteinscena voluta fortemente da Roberta Betti insieme a Lamberto Muggiani, che ne è l’attuale presidente. Alla direzione artistica è stat confermata a Simona Marchini.

Tra le novità, l’attivazione del canale online della biglietteria e l’introduzione del venerdì oltre alle recite classiche del sabato e della domenica. È ancora possibile richiedere il rimborso tramite voucher per gli spettacoli che rientravano nel cartellone della scorsa stagione, annullati a causa dell’emergenza sanitaria. In alternativa, si può rinunciare al rimborso sostenendo così il Politeama e la ripresa delle attività.

 

Autore

Redazione

Redazione

Lascia un commento