Ambiente

Consiglio di Stato: stop all’aeroporto di Firenze

Dopo la bocciatura della nuova pista dell’aeroporto di Firenze Peretola, arrivata ieri con la sentenza del Consiglio di Stato che conferma in pieno e addirittura va oltre anche alla sentenza del Tar della Toscana del maggio scorso, adesso si riparte verso un nuovo progetto di mobilità moderna e sostenibile della Piana fiorentina, che risponda ai reali bisogni del territorio.

I sindaci dei sei Comuni di Prato, Poggio a Caiano, Carmignano, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio e Calenzano che avevano presentato ricorso contro il decreto di Via (Valutazione di Impatto Ambientale) hanno espresso la loro soddisfazione per la sentenza del Consiglio di Stato che di fatto blocca il progetto di realizzazione della nuova pista dell’aeroporto di Peretola, che avrebbe avuto un impatto disastroso su tutta l’area della Piana, soffocandone definitivamente lo sviluppo.

«Oggi è il giorno in cui ripartiamo da zero – affermano congiuntamente il presidente della Provincia di Prato e sindaco di Poggio a Caiano, il sindaco di Prato, il sindaco di Sesto Fiorentino, il sindaco di Campi Bisenzio, il sindaco di Calenzano e il sindaco di Carmignano – e, tutti insieme, con unità di intenti, passiamo concretamente alla progettazione del Parco della Piana e delle opere che portino dei veri benefici a tutta la Piana, infrastrutture moderne, rispettose dell’ambiente, sostenibili e che finalmente risolvano e rispondano ai problemi che i cittadini quotidianamente sono costretti a sostenere nei loro spostamenti».

Toscana Aeroporti prende atto della sentenza del Consiglio di Stato che ha respinto il ricorso presentato, tra gli altri, dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dal Ministero per i Beni Culturali, dell’Enac, dal Comune di Firenze, dalla Regione Toscana, dalla Città Metropolitana di Firenze e da Toscana Aeroporti in merito alla sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana n. 723 del 2019.

Nel pieno rispetto della sentenza, ma al contempo nella ferma convinzione della necessità dell’aeroporto di Firenze di dotarsi di una nuova pista e di un nuovo terminal per rispondere alle evidenti criticità infrastrutturali dello scalo, Toscana Aeroporti verificherà le condizioni e le azioni da intraprendere insieme agli enti Competenti, in primis Enac, per portare avanti il progetto.

Ciò con la consapevolezza che il lavoro compiuto è stato realizzato seguendo i pareri e le indicazioni dei ministeri competenti e della competente commissione VIA, in virtù dei pareri positivi ottenuti dalla Commissione Nazionale VIA, del Ministero dell’Ambiente, del Ministero Beni Culturali e del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.

Autore

Andrea Sarti

Andrea Sarti

Lascia un commento