Sapori e Tradizioni

Benvenuto Fico Secco: si apre ufficialmente la vendita della produzione 2019

CARMIGNANO (Prato) – Un fine settimana dedicato ad uno dei prodotti tipici del territorio, il fico secco di Carmignano. Sabato 19 e domenica 20 ottobre torna, infatti, l’appuntamento con Benvenuto fico secco, che con i suoi banchi animerà le centralissime piazze Vittorio Emanuele II e G. Matteotti. La festa, organizzata dall’associazione Produttori Fichi Secchi di Carmignano, giunta alla XII edizione, è l’evento che dà ufficialmente il via alla vendita del pregiatissimo frutto essiccato.

I fichi secchi di Carmignano rappresentano al meglio la cultura e le radici contadine più autentiche del territorio. Sono stati inseriti tra i prodotti tipici tutelati dalla Regione Toscana e dal 2001 sono un prodotto riconosciuto da Slow Food come presidio di qualità da salvaguardare e valorizzare, con un proprio disciplinare di produzione. Un prodotto singolare che, insieme al vino di Carmignano, fu scelto da Filippo Mazzei per portare la Toscana nelle terre d’America. Fare le nozze coi fichi secchi era, fino a poco tempo fa, sinonimo di penuria e povertà ma Carmignano, grazie alla bontà dei suoi fichi secchi e alla lunga tradizione di cui questi sono testimoni, ha smentito tale detto popolare.

Numerose le novità di quest’anno di Benvenuto Fico Secco. Per prima cosa il mercato rinnovato: oltre al tradizionale banco dell’associazione Produttori Fichi Secchi di Carmignano saranno presenti banchi di prodotti agricoli del territorio di Carmignano, banchi dei presidi Slow Food e stand di altre associazioni del territorio. La manifestazione sarà arricchita anche da altri appuntamenti: sabato pomeriggio, per esempio, è in programma un convegno per approfondire il tema dell’insetto curculionide Acless, il parassita che da qualche anno attacca le piante di fico. Spazio poi a una cena a base ovviamente di fichi, a laboratori per bambini e show cooking. Altra grande novità riguarda la confezione: i fichi secchi di Carmignano non saranno più venduti all’interno del tradizionale sacchetto di plastica trasparente, ma in uno realizzato con materiale biodegradabile.

«All’iniziativa hanno aderito tutti i produttori dell’associazione, che quest’anno sono venti, tre dei quali si sono iscritti recentemente – ha spiegato Azzurra Del Lucchese, presidente dell’associazione Produttori Fichi secchi di Carmignano -. Il prodotto negli anni purtroppo è andato diminuendo a causa dell’insetto curculionide Acless che attacca le piante da fico, per questo fondamentale sarà il convegno di sabato, per parlare e cercare di capire, insieme a esperti del settore, quale sarà il futuro per questa pianta e di conseguenza per la produzione. Produzione che quest’anno si è attestata tra i 12 e i 15 quintali, in linea con lo scorso anno».

Info e prenotazioni: Inviando una mail ad Associazione Produttori fichi secchi di carpigano (info@fichisecchidicarmignano.it), oppure Pro Loco di Carmignano (Telefono: 0558712468 – Email: info@carmignanodivino.prato.it ).

Autore

Andrea Sarti

Andrea Sarti

Lascia un commento