Brillano le stelle della Futura Club in terra croata

di Redazione

Da sx: Magni, Origlia, Fissi e Assilli

Da sx: Magni, Origlia, Fissi e Assilli

PRATO – Ben cinque medaglie è il bottino conquistato dagli atleti della società laniera che lo scorso weekend hanno partecipato al 47° Meeting  Internazionale di nuoto Mladost 2019 che si è svolto a Zagabria. Quest’anno la prestigiosa manifestazione è stata anche la 2ª tappa della competizione Hps Grand Prix che ha portato in vasca ben 47 squadre per un totale di 485 atleti provenienti da Austria, Repubblica Ceca, Bosnia-Erzegovina, Italia, Slovenia e Croazia.

A contribuire al ricco bottino di medaglie sono stati oltre alla nuotatrice più rappresentativa del Club Gioelemaria Origlia che, reduce dalle due medaglie alle Universiadi di Napoli, ha saputo, anche stavolta, far apprezzare la grande qualità del nuoto italiano conquistando un difficilissimo bronzo nei 100 stile libero. Medaglie anche per Gabriele Magni che ha conquistato un argento nei 100 stile libero, Fissi Ginevra un argento nei 200 misti ed Alessio Assilli che ha fatto la parte del leone portandosi a casa un argento nei 50 stile libero ed un bronzo nei 100 stile libero.

Di grande spessore anche le prestazioni degli altri compagni di squadra Niccolò Biancalani,  Clarissa Barbuzzi, Agnese Donato, Lucrezia Campese, Arianna Ciampi, Martina Merletti e Giulia Pastacaldi, alcuni dei quali sono riusciti a qualificarsi nelle varie finali di specialità nuotando in molti casi con tempi vicini ai propri migliori della scorsa stagione agonistica.

Soddisfatto il direttore sportivo Sandro Castagnoli che ha accompagnato la rappresentativa del club e che ha espresso compiacimento per i risultati ottenuti dai propri ragazzi preparati all’evento con il contributo degli altri allenatori Lisa Giagnoni e Fabio Cardini, soprattutto in considerazione della presenza in vasca di atleti di grandissimo spessore quali, tra gli altri, l’olimpionica Tjasa Vozel che ha preso parte ai giochi olimpici di Londra nel 2012 e Mislav  Sever che ha partecipato ai mondiali di nuoto in Canada del 2017 e del fatto che i ragazzi sono ancora in una fase preparatoria della stagione sportiva appena iniziata.

Commenta l'articolo