Già in distribuzione il vaccino contro l’influenza

di Redazione

vaccinazione-111019-006 ●

PRATO – Anche nell’Asl Toscana Centro quest’anno si punta  a vaccinare il maggior numero  della popolazione target prevista dalla campagna regionale di prevenzione dell’influenza e, da alcuni giorni, sono in distribuzione negli ambulatori dei medici e dei pediatri di famiglia e nelle strutture Asl le 393.000 dosi che serviranno a proteggere, innanzi tutto, chi è più fragile ed esposto al contagio del virus: anziani con più di 65 anni di età e bambini con particolari patologie, pazienti che presentano condizioni di rischio come chi è affetto da un tumore, donne in gravidanza e come sempre tutti coloro che lavorano in ambiti pubblici (per esempio personale sanitario e scolastico).

«La vaccinazione è anche un atto civico, indispensabile per proteggere l’intera comunità – ha dichiarato il dottor Daniele Mannelli direttore della rete sanitaria territoriale che ha partecipato ieri alla conferenza stampa di presentazione della campagna 2019/2020 -. La risposta immunitaria nei confronti del virus influenzale è efficace dopo circa 15 giorni dalla somministrazione del vaccino e garantisce la copertura per i successivi 6/8 mesi. Si raccomanda pertanto l’effettuazione della vaccinazione il prima possibile».

Prima di Natale, quindi, l’obiettivo aziendale è quello di vaccinare il maggior numero di persone residenti nei territori dell’Asl Toscana centro. «Quest’anno – aggiunge il dottor Giorgio Garofalo, direttore dell’area aziendale igiene pubblica – disponiamo di 40.000 dosi di vaccino in più rispetto allo scorso anno al fine di assicurare il continuo approvvigionamento garantito dalle strutture territoriali di igiene pubblica». Le dosi di vaccino a disposizione per l’area  pratese sono 66.260.

Alla campagna vaccinale ha aderito, anche per quest’anno, la totalità dei medici di medicina generale e pediatri (1.407 nell’Asl Toscana Centro) con grande impegno e collaborazione in modo da assicurare un’ampia offerta e disponibilità per vaccinarsi. E’ possibile rivolgersi anche ai centri vaccinali dell’Azienda.

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...