Un fiume di storie, Il Bisenzio

di Arianna Pierattoni

 

Prato - Ponte al Mercatale

Prato – Ponte al Mercatale

Il Bisenzio, si sa, scorre placido e tranquillo e guarda la città che gli si affanna intorno, da sempre. Così, immaginando di poterci far raccontare quello che, involontariamente, ha visto in questi secoli, si sentirebbero storie incredibili. Il fiume avrebbe l’imbarazzo della scelta, non saprebbe da dove cominciare e da quale personaggio partire, perché ne ha viste veramente di tutti i colori. Ecco sì i colori sono sicuramente un argomento che lo ha interessato fino a pochi decenni fa.

Il povero malcapitato (per fortuna l’attenzione all’ambiente è arrivata!) si tingeva continuamente di colori diversi, in lui finivano i coloranti delle lavorazioni delle pezze e si poteva sapere, in anticipo di una stagione, quale sarebbe stato il colore di moda dell’anno successivo. Oggi, fortunatamente, si deve aspettare di vedere i capi esposti nelle vetrine dei negozi per sapere le tendenze della moda e la sua acqua è abbastanza limpida, paradiso delle nutrie (sic!) e di molti germani e anatre.

Una cosa che ci potrebbe raccontare, e di cui si potrebbe anche un po’ vantare, è il fatto che in città, a Prato, non è mai esondato. A Campi Bisenzio, e in altre zone vicine, si ricordano alluvioni, ma a Prato no. La paura, a dire il vero c’è sempre stata, tanto che il Granduca Ferdinando II de’ Medici chiese uno studio a Galileo Galilei, per saper se fosse necessario una deviazione del corso del fiume per evitare alluvioni in città. La risposta del grande scienziato, dopo un attento studio, fu semplicemente un’indicazione di tenere l’alveo pulito, insomma una ordinaria manutenzione.

Un gommone lungo il Bisenzio

Un gommone lungo il Bisenzio

E i ponti? Se potesse raccontare tutte le storie, della loro costruzione, avrebbe veramente una quantità di persone da ricordare… Girolamo di Pacenel Cinquecento, Giulo Krall e Pierluigi Nervi nel secolo scorso, per non parlare poi dei materiali, dalla pietra alberese al cemento armato, insomma veramente di tutto… insomma un fiume di storie…

Se sei curioso di ascoltarle e di guardare Prato da una prospettiva veramente insolita, ti consigliamo di partecipare a Prato vista dal fiume. Visite insolite ad uno scampolo di città, un’iniziativa ideata dall’Associazione ArteMìa e Lega Navale Italiana – Sezione Firenze e Prato che ha ricevuto il patrocinio di Comune di PratoConfcommercio e Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno. Si tratta di visite guidate in gommone sul Bisenzio nel tratto fluviale tra il ponte alla Passerella e il ponte alla Vittoria: gli esperti della Lega Navale ci spiegheranno come remare e la guida di ArteMìa che illustrerà le bellezze storico-artistiche che si affacciano sul fiume.

Le visite guidate si svolgeranno a bordo di gommoni – si raccomanda pertanto abbigliamento comodo – sempre alle ore 20:30 e nelle seguenti date: 06, 13, 20, 27 Giugno e 04, 11, 18, 25 Luglio. Alcuni esercizi commerciali del centro, che parteciperanno all’iniziativa come sponsor, faranno omaggio a tutti i partecipanti di un gustoso spuntino a base di prodotti tipici del territorio.

La prenotazione è obbligatoria e può essere fatta scrivendo una email a info@artemiaprato.it, oppure telefonando al numero 3405101749.

 

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...