Sequestrati tutti i macchinari alla stamperia di Viaccia 

di Redazione

A seguito dell’episodio di ieri a Viaccia dove dalla stamperia Fada è partito un fumo denso e maleodorante, gli Ispettori del Piano Lavoro Sicuro, dell’Ispettorato del Lavoro di Prato-Pistoia, i Carabinieri E la Polizia Municipale sono intervenuti. in modo congiunto, presso la Tintoria Fada, al fine di accertare le condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, e la regolarità in merito agli orari ed ai contratti di lavoro.

poliziamunicipaleprato-190604-001 ●Nonostante lo sciopero, la ditta era in attività. Erano infatti presenti circa 25 lavoratori di varie nazionalità (cinesi, italiani, pakistani, rumeni e africani), che dai primi accertamenti sono risultati tutti regolarmente assunti; tuttavia, le posizioni dei lavoratori saranno oggetto di attenta verifica anche alla luce della documentazione aziendale richiesta. I controlli riguarderanno altresì il rispetto della normativa in materia di corretto inquadramento dei lavoratori e degli orari di lavoro.

I tecnici della prevenzione dell’Asl hanno verificato le condizioni di sicurezza delle macchine non rilevando violazioni, in quanto le stesse erano state già oggetto di prescrizioni in occasione di precedenti controlli. Sono state inoltre riscontrate carenze in merito alle condizioni igieniche dei locali di lavoro e in ordine alla inidonea gestione dei prodotti chimici utilizzati nel ciclo lavorativo, dalle quali scaturiranno verbali di prescrizione con conseguente comunicazione di notizia di reato alla Procura.

Gli agenti della Polizia Municipale sulla base di un’irregolarità nella pratica amministrativa di agibilità ha provveduto al sequestro dei macchinari in funzione sulla base del regolamento di polizia urbana, in attesa di ulteriori e necessari approfonditi accertamenti tecnici da parte degli organi competenti (Arpat e Asl). Di fatto l’attività al momento è bloccata.

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...