Maioriello (M5S): Biffoni fa le stesse promesse di 5 anni fa

di Redazione

Abbiamo raggiunto telefonicamente Carmine Maioriello, candidato a Sindaco del Movimento 5 Stelle per il Comune di Prato, in merito al ballottaggio di domenica 9 giugno tra Matteo Biffoni e Daniele Spada.

Carmine Maiorello

Carmine Maiorello

Avremo tempo nelle prossime settimane di analizzare questa tornata amministrativa. Adesso ci preme chiederLe la posizione del M5S nel ballottaggio. In queste ultime due settimane le posizioni di Biffoni sono rimaste sostanzialmente le medesime di quelle del primo turno, invece per quanto riguarda Daniele Spada sono apparsi anche temi nuovi. Come legge tutto questo?

«Mi preme in primo luogo precisare che il M5S lascia ampia libertà di scelta in merito al voto del ballottaggio. Qualunque sai il prossimo Sindaco scelto dai cittadini di Prato, il M5S vigilerà affinché siano rispettati i temi dell’ambiente e della salute dei pratesi. Durante la campagna elettorale mi ha stupito sentire un NO al tema dell’aeroporto di Peretola da tutte le parti politiche. Difatti sul NO aeroporto l’unico movimento che è stato sempre coerente su questa posizione è stato il M5S. Oltre a questo anche per quanto riguarda il NO all’inceneritore e sull’attenzione generalizzata all’ambiente il M5S ha sempre avuto posizioni inequivocabili e nette in merito.

Per quanto riguarda Matteo Biffoni, noto che sta chiedendo più tempo per quello che già nel 2014 aveva promesso e non è riuscito a fare: i vigili di quartiere non ci sono; una soluzione all’Area ex Misericordia e Dolce non è stata trovata; al soccorso non c’è nemmeno l’ombra del sottopasso. Insomma tutte promette non mantenute. Chi non mantiene le promesse non dovrebbe ricandidarsi.

Inoltre riferendomi a Biffoni ed il suo rinvio a giudizio per il caso Creaf, ricordo che se fosse stato un esponente del M5S non avrebbe potuto ricandidarsi, in quanto il nostro regolamento interno lo vieta. È pur vero che una buona parte della cittadinanza ha perdonato a Biffoni il fatto di avere le stesse proposte di 5 anni fa e anche di questo bisogna tener conto.

Per quanto riguarda il centrodestra ho letto sui giornali che ha dovuto spaziato su temi ulteriori rispetto al primo turno. Credo che queste uscite siano dovute al fatto che ha una distanza rispetto al centrosinistra da colmare e dunque deve parlare anche all’elettorato delle liste civiche. Vedremo, nel caso in cui venisse eletto se riuscirà a mantenere ciò che ha promesso».

Quindi Lei ritiene che ci siano stati introdotti ulteriori temi dal candidato Spada. Ieri ha ribadito il No all’aeroporto ed ha anche preso posizione sulla sperimentazione del 5G. Il M5S fa della connettività un suo cavallo di battaglia. Sulla sperimentazione del 5G cosa ne pensa?

«Lo sviluppo della connettività per noi è una priorità, ma di pari passo deve andare la tutela della salute dei cittadini. Nel rispetto del principio di precauzione, il M5S ha avvitato il Parlamento una indagine conoscitiva. Quindi non siamo contrari allo sviluppo del 5G, certo è che se emergessero dati scientifici che vedono un possibile danno alla salute, non avremmo alcun problema a rivedere le nostre posizioni.

In merito all’aeroporto di Peretola mi preme ribadire che il Ministro delle Infrastrutture Toninelli ha dirottato tutti i finanziamenti pubblici sull’aeroporto di Pisa. Non riesco proprio a capire come potrà fare Biffoni ad opporsi seriamente ad un opera che tutto il PD fiorentino fortemente vuole: da Nardella a Rossi, da Renzi a Carrai. Quando leggo sui giornali dichiarazioni sull’aeroporto di altri esponenti politici che vanno nella stessa direzione di quelle sempre portate avanti dal M5S ne prendo atto e mi fa piacere».

Il M5S è spesso accostato alla forza politica dei NO. Cosa ci dice a riguardo? «Il M5S è una forza di Governo e lo sta dimostrando. I nostri NO sono condizionati dall’interesse che abbiamo per la salute, il benessere e la qualità della vita dei cittadini. Non abbiamo alcun NO a priori, tutt’altro siamo pronti a dare il nostro contributo per raggiungere degli obiettivi tra cui la miglior qualità dell’ambiente ed il miglioramento del centro-storico che già potrebbe essere valorizzato con la sua pedonalizzazione».

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...