Il Padel sbarca a Prato

di Roberto Nardi

 

padel-190519-002 ●Arriva anche a Prato il primo campo da Padel. Data la sua similtudine al tennis è una disciplina in ascesa che coniuga elementi dello squash e raqueltball. Si gioca con una racchetta solida e forata mentre le palline sono le stesse del tennis. Il campo è stato inaugurato presso gli impianti del Centro Promozionale Polisportiva 2A in via Roma. Nonostante la mattinata di pioggia c’è stata la possibilità di cimentarsi gratuitamente con questa nuova disciplina insieme a un maestro, in una giornata dove la Polisportiva 2A ha aperto le proprie strutture agli appassionati e ai curiosi di provare questo nuovo sport.

Si gioca su un campo di 20×10 metri con le pareti che delimitano il campo alte 3 metri, come parte integrante del campo di gioco stesso. Uno sport molto praticato in Argentina e Spagna. In Italia la Federazione Padel è stata costituita nel 1991 e conta circa tremila tesserati.

«Per offrire questo nuovo spazio abbiamo affrontato in maniera autonoma un importante sforzo economico – spiegano i dirigenti della società di via Roma – confermando l’impegno di un progetto di svilupo e riqualificazione dell’impianto iniziata dodici anni fa. Un decennio dove la struttura è cresciuta molto con un sempre maggior seguito tra i soci e gli appassionati». Il progetto ha un più ampio respiro e non si ferma al Padel, ma il piano di investimenti prevede anche la realizzazione di una struttura pressostatica per coprire uno dei campi da tennis.

Roberto Nardi

Nato a Prato nel 1958, lavora come dipendente presso un'industria tessile. Da una decina di anni ha realizzato un sogno rimasto nel cassetto, quello di scrivere e raccontare le vicende dello sport pratese che segue con passione fin da ragazzo. E' presidente di una società sportiva amatoriale.


Visualizza gli altri articoli di Roberto Nardi

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...