I Dragons onorano il campionato vincendo anche l’ultima gara

di Redazione

In fase di presentazione avevamo detto che la cosa più difficile per i Dragons appagati da un campionato super, culminato con la 7ª promozione della sua ancor breve storia, sarebbe stato trovare gli stimoli per giocare con la stessa intensità mostrata in tutto il campionato. Di fronte avevano una squadra partita in autunno con l’intento di tornare in Gold, traguardo ancora possibile grazie ai playoff: per questo le motivazioni erano tutte dalla parte degli ospiti che sono partiti con il piede giusto, costringendo presto coach Pinelli all’unico time out dei pratesi, per arginare la vena di Raffaelli e di Fontanelli.

Il taglio della retina

Il taglio della retina

Rimesse le cose a posto i Dragons hanno iniziato a bersagliare il canestro avversario dai 6,75, uno a testa per lo starting five: Biscardi, Danesi, Fontani, Pinna e Taiti. Il quarto terminava ancora con il CMC in vantaggio (23 a 25), ma con Prato che si impadroniva l’inerzia del gioco. E difatti nel 2° quarto grazie ad una difesa ferrea che concedeva solo 11 punti, (ma come sono cresciuti Staino e Smecca in questo fondamentale!) i Rossoblu, spinti dal pubblico amico, piazzavano subito il break, se non decisivo, però sicuramente capace di togliere sicurezze ai marmiferi, che andavano sotto in doppia cifra chiudendo all’intervallo sul 43 a 36.

Alla ripresa coach Diamanti perdeva per infortunio Raffaelli che sembrava il più ispirato ed allora si affidava alla coppia Fontanelli Borghini, perché il play Fiaschi, spesso decisivo contro i pratesi, non appariva in grande serata, ben contenuto da uno inesauribile capitan Biscardi. I Dragons spinti da Smecca, top scorer dei padroni di casa, conquistavano anche il parziale allungando sul 58 a 49. Nell’ultimo quarto i Dragons prendevano una quindicina di punti di vantaggio grazie ai canestri di un altruista Fontani e a Staino che piazzava anche la tripla della staffa da distanza siderale.

Taiti con 5 stoppate completa l’opera ben coadiuvato da Pinna alla 20ª doppia doppia di una stagione eccezionale, sicuramente la migliore della carriera dell’ala sarda. Spazio poi per i giovani Sangermano, Lancisi, Saccenti, Zardo e Guarducci che non sfiguravano, con l’ultimo, capitano dell’Under 20 che, dalla lunetta non tremava ed andava a referto con due tiri liberi per il 73 a 63 finale che sancisce ancora di più il dominio Dragons che chiudono con solo 4 sconfitte, 44 punti, 8 più di Arezzo e 10 di Fucecchio, adesso le più pronosticate a giocarsi con la lotteria dei playoff, il rimanente posto per accompagnare i Dragons nella Gold 2019/20.

Al termine scatta la festa organizzata con tanto di trolley, pinne ed occhiali per giocare con le vacanze anticipate che i ragazzi di coach Pinelli si sono ampiamente meritate, anche se i Dragons danno appuntamento agli appassionati per giovedì 18 aprile, quando alle Toscanini alle 21, ingresso gratuito, affronteranno la Synergy Valdarno in preparazione per i suoi playout in Gold.


Tabellino: Dragons Prato – Cmc Carrara 73-63 (23-25, 43-36, 58-49) • Dragons: Danesi 10, Biscardi 8, Saccenti, Staino 7, Sangermano, Fontani 11, Lancisi, Guarducci 2, Smecca 13, Pinna 12, Zardo, Taiti 10; Allenatore Pinelli, Assistenti: Fusi e Parretti • Cmc Carrara: Bordigoni, Fontanelli 22, Campi 4, Raffaelli 14, Fiaschi, Tedeschi, Mancini 2, Borghini 12, Giananti, Suriano 9: Allenatore Diamanti • Arbitri: Mattiello di Pieve a Nievole e Vagniluca di Firenze


 

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...