I Dragons già in Gold non fanno sconti al Pescia

di Redazione

In fase di presentazione avevamo già detto che sarebbe stato difficile trovare gli stimoli necessari per dare continuità ad una serie quasi perfetta che ha visto i Dragons inciampare una sola volta nel girone di ritorno, ma dopo un avvio soft, hanno sfoderato il loro smisurato talento e con due ottimi quarti centrali, hanno indirizzato l’incontro verso la vittoria numero 21. Pescia, ormai costretta ai playout per tentare la salvezza, si è presentata con soli 7 elementi, ed anche se dello starting five mancava il solo ex Buzzo, ha badato a non commettere falli, e per questo s’è schierata a zona per tutti i 40 minuti.

David Pinna

David Pinna

La cronaca della gara è presto detta: Prato, con coach Pinelli che premia il giovane Guarducci in quintetto, arranca perché i tiratori dall’arco devono scaldare la mano, e tiri anche aperti vengono più volte sputati dal ferro. Ne approfittano i pesciatini che con Meacci e Bernardi trovano i canestri per chiudere avanti al primo intervallo 13 a 17, anche se Fontani da 3 e Danesi in zingarata tengono i scia i suoi. E poi c’è Davide Pinna che inizia già la sua eccezionale serata con 8 punti nel quarto.

Nel secondo parziale i Dragons aggiustano la mira e con rapidi extrapass colpiscono con continuità dai 6,75. Triple per Biscardi, Staino, Smecca e Pinna. La SIBE mette la freccia e nonostante Passaglia, torre del campionato con i suoi 210 cm. ci provi, Prato con Lancisi che stoppa e sull’altro fronte realizza da sotto, chiude all’intervallo sul 31 a 27, anche se Danesi e Fontani si prendono una domenica sabbatica, stazionano molto in panchina e quando sono in campo si limitano ad innescare i compagni.

Al rientro, coach Pinelli chiede ai suoi di chiuderla, e in men che non si dica 3 triple di Staino e 9 punti di Pinna mettono quasi subito in frigo il risultato. Taiti si fa trovare libero e realizza tre canestri da sotto per il 57 a 42 con il quale inizia l’ultimo quarto. La partita scivola via veloce; solo 13 falli fischiati in totale dal duo in grigio.

Alberto Smecca piazza due triple dal centro, poi Zardo, alla seconda presenza, era entrato solo per 30” nella festa della domenica precedente, realizza da sotto e poi dall’arco i suoi primi punti. Coach Pinelli regala la meritata standing ovation ai senatori, Pinna in testa autore di una prestazione super, 28 punti e 20 rimbalzi per una valutazione monstre di 40! Alla fine in campo tutti giovanissimi, guidati dal vecchio (22 anni) Sangermano. Anche Manfredini realizza dalla lunetta per il 79 a 61 definitivo.


Tabellino: Dragons Prato –  Audace Pescia  79-61 (32-15, 56-30, 79-57) • Dragons: Danesi 2, Biscardi 3, Staino 12, Sangermano 2, Fontani 3, Lancisi 2, Guarducci, Smecca 13, Pinna 28, Manfredini 1, Zardo 5, Taiti 8; Allenatore: Pinelli. Assistenti: Fusi e Parretti • Cestistica Pescia: Ciervo, Tealdi 13, Romoli, Bernardi 18, Grandi, Passaglia 10, Meacci 20; Allenatore Braccini • Arbitri: Luppichini Matteo di Viareggio e Verdi di Terranuova Bracciolini.


Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...