I Dragons ci mettono il cuore ed espugnano Empoli

di Redazione

Dragons che proprio nelle avversità tirano fuori gli attributi, si esaltano nel finale punto a punto, strappano una vittoria importante sul parquet del PalaLazzeri dove già erano caduti Fucecchio e Carrara, e mantiene sei punti di vantaggio sulle inseguitrici.

Alberto Smecca

Alberto Smecca

Vittoria per niente scontata alla vigilia, soprattutto perché nell’allenamento di giovedì il pivot Taiti ha accusato uno stiramento al polpaccio e deve giocoforza alzare bandiera bianca, che aggiunta all’indisponibilità di Staino, lascia nelle peste coach Pinelli con solo 5 senior a disposizione.

La partenza dei rossoblu è veemente. Un magnifico Smecca trova i canestri dai 6,75 e in zingarata, ben fiancheggiato da Fontani per il primo 2 a 10 che costringe gli empolesi al timeout. La sospensione sorte gli effetti sperati perché con tanti cambi Empoli ribalta presto mandando già nel primo quarto 7 giocatori a referto. Otto punti consecutivi di Fontani, alla fine top scorer con 28 punti per la guardia alla 2^ stagione a Prato, chiudono il quarto sul 18 pari.

L’emergenza costringe i Dragons a stare attenti anche ai falli, così gli empolesi provano ad approfittarne forzando qualche penetrazione, ma coach Pinelli trova risorse importante anche dai giovani, con Sangermanoe Lancisiche non tremano e si rendono utilissimi per far respirare i senatori. In regia Biscardi orchestra bene l’attacco e ringhia sui giovani pari ruolo fiorentini, così Danesi e Pinna continuano il valzer delle triple, due a testa nel quarto. Ancora l’MVP Fontani con 9 consecutivi dà il primo allungo, anche se sul finire l’ottimo millenials Falaschi ricuce un po’ mandando le squadre all’intervallo sul 35 a 40.

Dagli spogliatoi rientra meglio Biancorosso perché 7 consecutivi di capitan Malventi fanno capire che sarà una gara da decidersi solo nel finale. La stanchezza sporca le percentuali dall’arco, ma Fontani dalla lunetta, anche stasera una sentenza dalla linea della carità (10 su 11), ed un inarrestabile Smecca, al primo ventello stagionale, tengono avanti gli ospiti superati solo nel finale da una tripla a filo 24” di Landi, altro ottimo classe 2000 degli empolesi (56 a 55).

A questo punto il risultato sarà una questione di nervi; Prato sfodera il talento immenso dei suoi uomini che tornano a far male con le triple, dopo quella di Fontani, si accende Danesi che colpisce ben tre volte intervallato da un arresto e tiro da manuale di Smecca. Balducci e Falaschi tengono in scia la Sesa, ma coach Brotini prima si becca un tecnico dopo si fa espellere per proteste avverso una chiamata apparsa limpidissima del duo arbitrale. Fontani punisce ai liberi, Smecca e Pinna allungano. Mugnaini riavvicina i padroni di casa con una tripla, ma capitan Biscardi ruba palla e segna in contropiede il canestro della staffa per il 71 a 77 finale.


Biancarosso Sesa Empoli – Dragons Prato 71 a-77 (18-18, 35-40, 56-55) • Empoli: Falaschi 16, Galligani 7, Balducci 14, Malventi 15, Berti, Van Der Wardt, Ghizzani 5, Lndi 5, Mugnaini 9, Susini NE, Calugi; Allenatore Brotini • Dragons: Danesi 15, Biscardi 2, Staino NE, Sangermano, Fontani 28, Lancisi, Guarducci NE, Smecca 20, Pinna 12, Zardo NE, Marini NE, Taiti NE; Allenatore: Pinelli • Assistenti: Fusi e Parretti • Arbitri: Orlanidini di Livorno e Vagniluca di Firenze.


Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...