Spettacolo all’Estraforum con la danza sportiva

di Roberto Nardi

(Fabrizio Landi ph)

(Fabrizio Landi ph)

Grande spettacolo nel week end all’Estraforum con la 6° Star Cup Eta Beta Danze, competizione di danza sportiva a carattere nazionale e internazionale patrocinata dal Comune di Prato e inserita nel calendario sportivo turistico Pratorace. Ben duemila presenze tra atleti e pubblico dove si sono esibite nelle varie categorie ben 450 coppie tra cui i campioni del mondo di danze latino americane Gabriele Goffredo e Anna Matus e i vice campioni Armen Tsaturyan e Svetlana Gudino. Erano rappresentate ben venti nazioni con una giuria composta da quindici giudici di gara di fama internazionale provenienti da quindici nazioni diverse ed oltre quaranta giudici nazionali.

La manifestazione si è divisa tra la danza sportiva, nello specifico le danze latino americane e standard con esercizi, gesti tecnici e artistici di alto livello che hanno entusiasmato il tanto pubblico presente nella due giorni di gare. «Questa manifestazione è riuscita a far vivere la magia unica nel suo genere – spiega il direttore tecnico Sergio Santini – dove talento, eleganza, bellezza, divertimento, sport e agonismo si sono concentrate per dare vita e voce al mondo della danza sportiva tra spettacolo e sport. Ora organizzeremo i campionati Toscani e l’Estra Forum sarà sede di altre due gare nazionali a dimostrazione che la pista è davvero gradita ai ballerini».

Il movimento della danza sportiva è in continua ascesa ed è aperto a tutte le fasce di età coniguando il gesto tecnico sportivo e quello artistico. «La danza ha subito un grosso incremento negli ultimi anni grazie anche al programma televisivo Ballando con le Stelle – continua Santini – che è stato un veicolo che ha fatto da traino per tante persone per iniziare. La danza racchiude in se tanti aspetti e può essere praticato a tutte le età. Per i bambini è importante per l’abilità motoria di base visto che i ragazzi che una volta giocavano e facevano movimento all’aperto, oggi spesso giocano in dei cortili virtuali davanti a uno schermo».

Roberto Nardi

Nato a Prato nel 1958, lavora come dipendente presso un'industria tessile. Da una decina di anni ha realizzato un sogno rimasto nel cassetto, quello di scrivere e raccontare le vicende dello sport pratese che segue con passione fin da ragazzo. E' presidente di una società sportiva amatoriale.


Visualizza gli altri articoli di Roberto Nardi

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...