Quinto (AC Prato): «Questa squadra può giocarsela con tutti»

di Roberto Nardi

Marcello Quinto, capitano AC Prato (Fabrizio Landi ph)

Marcello Quinto, capitano AC Prato (Fabrizio Landi ph)

Prato atteso da un trittico di gare in una settimana. Si inizia domenica sul campo della Pianese, attuale capolista, poi nel turno infrasettimanale di mercoledì 13 la gara interna con il Gavorrano per poi chiudere la domenica successiva in trasferta con lo Scandicci. Dopo la vittoria con la Massese la squadra di De Petrillo è salita a quota 30, distanziando di tre lunghezze la zona playout.

«Con la Massese abbiamo ottenuto un risultato importante – commenta il capitano Quinto – ottenuto in una situazione difficile per le tante assenze. Una vittoria che conferma un cammino positivo e il nostro percorso di crescita, perchè questo gruppo può fare bene anche se paga il ritardo iniziale. Ci aspettano tre partite importanti ma questa squadra può giocarsela con tutti.  E’ una squadra costruita per fare un campionato di vertice, ma il ritardo di un paio di mesi poi l’abbiamo pagato in campionato».

Arrivato a ottobre è diventato il capitano e l’uomo spogliatoio, ripercorre il cammino della squadra in questi mesi e gli obbiettivi. «Quando ho ricevuto l’offerta del Prato ho subito accettato nonostante la categoria – spiega Quinto – anche se avevo giocato in serie C. Era una piazza che mi stimolava dove l’anno scorso allenava un amico come Lillo Catalano. Sono venuto con buoni propositi anche se mi dispiace vedere poco entusiasmo verso la squadra, anche se so delle diatribe tra il presidente e la tifoseria. Da capitano mi auguro di riportare il Prato tra i professionisti. Se sono venuto qua è quello l’obbiettivo e se non ci riusciremo quest’anno, se ci sarà l’occasione ci riproveremo l’anno prossimo. Invito i tifosi pur non venendo a vederci, avendo le loro ragioni, comunque di tifare sempre per il Prato perchè i colori si amano sempre».

«E’ un giocatore e un uomo importante – dice l’allenatore De Petrillo, parlando del capitano – un ragazzo che ha valori importanti e la squadra si affida a lui per la sua esperienza, come anche per altri giocatori che hanno messo qualità morali per rialzare la testa in un campionato difficile».

Questa settimana il tecnico biancazzurro può contare sul recupero degli attaccanti Moreo e Fofana che tornano a disposizione, mentre per Bazzoffia la risonanza magnetica ha evidenziato una lesione muscolare e l’attaccante ex Gubbio sarà indisponibile. Piroli e Scianname hanno svolto lavoro differenziato nei giorni scorsi ma saranno disponibili per la sfida con la Pianese dove tornerà il capitano Marcello Quinto dopo il turno di squalifica.

La Pianese allenata da Marco Masi è reduce da tre vittorie consecutive e in serie positiva da undici giornate (sei vittore e cinque pareggi) e l’ultima sconfitta risale al 24 novembre sul campo del Ghivi Borgo. I bianconeri per la sfida con il Prato dovranno rinunciare ai difensori Grea e Bernardini, entrambi squalificati e hanno in rosa due ex biancazzurri come l’attaccante Lorenzo Benedetti (13 gol in stagione) e il centrocampista Rinaldini.

 

Roberto Nardi

Nato a Prato nel 1958, lavora come dipendente presso un'industria tessile. Da una decina di anni ha realizzato un sogno rimasto nel cassetto, quello di scrivere e raccontare le vicende dello sport pratese che segue con passione fin da ragazzo. E' presidente di una società sportiva amatoriale.


Visualizza gli altri articoli di Roberto Nardi

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...