Ambra supera Romagna e sale al quinto posto

di Roberto Nardi

ambra-190225-002

Nella sesta di ritorno del campionato di serie A2 maschile, l’Ambra Poggio a Caiano batte davanti al pubblico amico del ‘Pacetti’ la diretta concorrente Romagna salendo così a +3 in classifica nei confronti dei rivali di giornata. La contemporanea sconfitta del Secchia Rubiera a Borgo San Lorenzo contro la Fiorentina (26-22) ha inoltre consentito ai poggesi di riavvicinarsi anche al quarto posto degli emiliani, che ora dista un solo punto.

Contro il Romagna è arrivata la seconda vittoria consecutiva che l’Ambra ha ottenuto al termine di una partita molto combattuta, fin dalle sue prime battute. I poggesi sono partiti meglio (2-0 al 5’), gli ospiti hanno ribaltato la situazione (7-8 al 15’) ma poi il finale di primo tempo è stato tutto di marca casalinga, tanto che l’Ambra è riuscita ad andare al riposo sul +5. In avvio di ripresa è continuato il trend positivo dei padroni di casa che al 9’ hanno ottenuto il loro massimo vantaggio (+6) sul 19-13, ma ancora una volta il Romagna ha saputo rimontare fino al 19-19 del 14’.

Nella seconda parte della ripresa, però, l’Ambra è riuscita di nuovo a mettere la testa avanti ed a conservare il risicato vantaggio fino al termine del confronto, nonostante qualche brivido nei secondi conclusivi del match.


Tabellino: Ambra – Romagna 25-23 • Ambra: Chiaramonti 1, De Stefano 3, Liccese 7, Maraldi 6, Morini, Pozzi 6, Randis, Trinci, Biagiotti, Grassi, Ballerini, Gianassi 2, Scipioni, Mocelin. All.: Cavicchiolo • Romagna: Martelli, Sami, Folli 8, Andalò 1, Boukhris, Leotta, Bosi 1, Rotaru 6, Babini 2, Panetti 1, La Posta, Medri, Golini, Luppi 4, F. Tassinari. All.: D. Tassinari • Arbitri: Alborino e Farinaceo • Note: primo tempo 16-11. Due minuti 3-1, Rigori: Ambra 1/1, Romagna 3/4.


 

Roberto Nardi

Nato a Prato nel 1958, lavora come dipendente presso un'industria tessile. Da una decina di anni ha realizzato un sogno rimasto nel cassetto, quello di scrivere e raccontare le vicende dello sport pratese che segue con passione fin da ragazzo. E' presidente di una società sportiva amatoriale.


Visualizza gli altri articoli di Roberto Nardi

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...