Prato sfida il San Donato Tavarnelle dell’ex Malotti

di Roberto Nardi

ac prato - 190111-001

Prato in campo sabato alle 14,30 al Nelli di Oste per l’anticipo della seconda giornata di ritorno con il San Donato Tavarnelle guidato in panchina dall’ex Roberto Malotti. Si è deciso l’anticipo al sabato in vista del turno infrasettimanale in programma mercoledì 16 gennaio con la trasferta con il Real Forte Querceta.
Il Prato è in serie positiva da quattro giornate ( due vittorie casalinghe con Sinalunghese e San Gimignano e i pareggi esterni di Trestina e Sangiovannese) e vuol continuare la rincorsa per uscire dalle zone di bassa classifica.

I biancazzurri si trovano a 21 punti, appena fuori dalla zona play out e affrontano un San Donato Tavarnelle che con le ultime due vittorie casalinghe con Trestina e Viareggio è salito a quota 34 punti a ridosso della zona play off anche se in casa giallo blù il primo obbiettivo resta la salvezza.
«Siamo partiti con il piede giusto nel nuovo anno – dice Roberto Malotti – conquistando tre punti importanti con il Viareggio, ma dobbiamo pensare al nostro primo obbiettivo che resta la salvezza. Siamo sulla buona strada, la squadra sta maturando e crescendo ma solo dopo aver raggiunto l’obbiettivo potremo porci altri traguardi».
Roberto Malotti che guidò il Prato alla salvezza in Lega Pro nel campionato 2015-16 è subentrato a novembre all’esonerato Fusci sulla panchina dei chiantigiani, che aveva già allenato nella seconda parte della stagione scorsa quando sostituì Marmorini, conducendo la squadra fino alla finale di Coppa Italia.
I biancazzurri sono reduci dal pareggio esterno al Fedini con la Sangiovannese dove i lanieri hanno fallito un calcio di rigore con Moreo nel primo tempo.
«Guardando le ultime partite, con due vittorie e due pareggi – spiega De Petrillo – arrivati con un gol preso nel recupero e l’altro con un rigore sbagliato, c’è un pò di rammarico per aver buttato l’occasione di tirarsi fuori dalle zone basse di classifica. Nella gara di domenica scorsa forse bbiamo pagato anche le non perfette condizioni di alcuni elementi dell’organico, come Bazzoffia e Fofana. Speriamo di recuperare tutti, Tomi compreso, anche perchè abbiamo 5 partite in meno di 20 giorni e quindi sarà importante avere a disposizione tutta la rosa anche per trovare soluzioni differenti in base all’avversario».

Unico assente il terzino Bassano che sconterà il terzo e ultimo turno di squalifica, visto che è stato respinto il ricorso per la riduzione della squalifica.
De Petrillo si affiderà al collaudato 3-5-2 con il confermato Demalija tra i pali e la linea difensiva con Piroli, Quinto, Scianname. Centrocampo con Marini, Carli, Gargiulo, Kouassi e Bazzoffia mentre in attacco giocherà la coppia Moreo – Fofana. A completare la lista dei convocati il secondo portiere Fontanelli, Cecchi, Ghimenti, Tomi, Toccafondi, Rozzi, De Simone e l’ultimo arrivato il classe ’99 senegalese Simaha Moussa, centrocampista.

Roberto Nardi

Nato a Prato nel 1958, lavora come dipendente presso un'industria tessile. Da una decina di anni ha realizzato un sogno rimasto nel cassetto, quello di scrivere e raccontare le vicende dello sport pratese che segue con passione fin da ragazzo. E' presidente di una società sportiva amatoriale.


Visualizza gli altri articoli di Roberto Nardi

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...