Prato, sconfitta amara e contestata nel derby con l’Aglianese

di Roberto Nardi

acprato-190127-001 *Il Prato getta alle ortiche i tre punti nel derby con l’Aglianese. In vantaggio dopo due minuti di gioco con il gol del solito Moreo, che poi uscirà per infortunio alla fine del primo tempo, con l’inerzia della partita in mano nella ripresa, dove i padroni di casa restano in dieci al quarto d’ora (espulso Di Vito), si fanno rimontare nel finale con un rigore contestatissimo e la rete di Marzierli allo scadere. C’è tanta rabbia tra i biancazzurri con il direttore sportivo Califano, unico a parlare a fine gara, che definisce vergonoso l’arbitraggio contestando i due gol dei padroni di casa.

La partita si era messa bene per i biancazzurri in vantaggio dopo appena un minuto e mezzo con il pallonetto di testa di Moreo. Prato in campo con il 3-5-2 e la stessa formazione di domenica scorsa, sempre priva di Tomi (in panchina per far numero), Fofana e Bazzoffia. In casa neroverde il tecnico Iacobelli schiera un 4-3-1-2 ( assenti lo squalificato Fedi e gli infortunati Leonardo Chiti e Gialdini) con capitan Mugelli in panchina. I lanieri gestiscono il vantaggio e al 14′ impegnano Bala con una punizione calciata da Scianname.

L’Aglianese non crea grossi pericoli per la porta difesa da un attento Fontanelli e nel finale di tempo il bomber Moreo alza bandiera bianca per un problema fisico sostituito da De Simone. Nella ripresa al 12′ i neroverdi restano in inferiorità numerica per l’espulsione di Di Vito per un brutto fallo su Carli. L’inerzia della partita è in mano ai biancazzurri con un ispirato Kouassi che mette sovente in difficoltà gli avversari. Il Prato non sfrutta un paio di buone ripartenze con l’imprendibile Kouassi che al 24′ mette Rozzi davanti al portiere che ribatte di piede e al 28′ innesca De Simone fermato in extremis.

Il Prato arretra troppo il baricentro e al 33′ i padroni di casa guadagnano una punizione dal limite dell’area. Calcia Moscati e il pallone è respinto da Quinto con il braccio in protezione del volto. Per l’arbitro è rigore e ammonizione del capitano laniero. Vibranti proteste con Rosati che dal dischetto spiazza Fontanelli per l’1-1. Il Prato si ributta in avanti e al 37′ una rovesciata di Rozzi su cross di Bassano finisce alta e al 37′ un insidioso tiro dalla distanza di Kouassi impegna Bala in una difficile deviazione.

Al 43′ i neroverdi ribaltano il risultato con Marzierli che in mischia spedisce in rete: grandi proteste laniere per un fallo e una posizione dubbia dell’attaccante aglianese che con il settimo gol stagionale regala tre punti preziosi all’Aglianese. Nei sette minuti di recupero c’è spazio per l’espulsione di Quinto che già ammonito in occasione del rigore finisce anzitempo negli spogliatoi. Il Prato non riesce a decollare e resta a un solo punto dalla zona play out, rimandando ancora l’appuntamento con la prima vittoria esterna.


Il tabellino: Aglianese – Prato 2-1 • Aglianese (4-3-1-2): Bala; Zellini, Chiti Lorenzo (39’s.t. Zuccarelli), Ghidotti, Kouadio; Di Vito, Lunghi (42’s.t. Maccagnola), Papi (23’s.t. Cortopassi); Rosati (49’s.t. Mugelli); Marzierli, Moscati (25’s.t. Liurni). A disposizione: Ferrara, Barellini, Costalli, Bibaj Gers. Allenatore: Iacobelli • Prato (3-5-2): Fontanelli, Piroli, Quinto, Scianname, Cecchi (33’s.t. Ghimenti), Gargiulo, Carli, Kouassi Bassano; Moreo (42’p.t. De Simone), Rozzi. A disposizione: Demalija, Ciabatti, Simaha, Abdoune, Martini, Marini, Tomi. Allenatore: De Petrillo • Arbitro: Cannata di Faenza. Assistenti: Codemo di Castelfranco Veneto e Berti di Arco Riva • Marcatori: 2’p.t. Moreo, 33’s.t. Rosati (rigore), 43’s.t. Marzierli • Note: pomeriggio grigio e coperto. Spettatori 250 circa. Espulsi al 12’s.t. De Vito per fallo da dietro e al 47’s.t. Quinto per somma di ammonizioni. Ammoniti: Lunghi (30’p.t.), Rosati (38’p.t.), Ghidotti (41’p.t.), Scianname (47’p.t.), Kuoassi (36’s.t.). Angoli: 7-6. Recupero: 3’p.t.; 7’s.t.


 

 

 

Roberto Nardi

Nato a Prato nel 1958, lavora come dipendente presso un'industria tessile. Da una decina di anni ha realizzato un sogno rimasto nel cassetto, quello di scrivere e raccontare le vicende dello sport pratese che segue con passione fin da ragazzo. E' presidente di una società sportiva amatoriale.


Visualizza gli altri articoli di Roberto Nardi

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...