Perchè Verdi Viva, sarà un anno denso di impegni importanti

di Adolfo Galli

Giuseppe Verdi

Giuseppe Verdi

Tempo di bilanci per l’Associazione Perchè Verdi Viva che nel corso del 2018 ha realizzato una serie di eventi molto apprezzati dal pubblico e dalla critica. In attesa di poter realizzare la mostra permanente della donazione Gori, nella sede della Scuola Verdi, è riuscita a allestire alcuni spettacoli di grande interesse presso il Circolo Rinascita di Viaccia, al Conservatorio di San Niccolò e al Circolo di Coiano. Infine nonostante la perdita del vice Presidente Guido Biancalani che ne era stato l’artefice, ha realizzato uno spettacolo dedicato al ritrovamento di alcuni abiti di scena della famosa soprano pratese Iva Pacetti presso il Museo del Tessuto, con la collaborazione di Prato Lirica ed Ex Allievi del Buzzi.

E’ stato un momento importante per l’associazione che ha dato conferma dell’interesse del pubblico pratese agli eventi di musica lirica e alla volontà di varie associazioni di collaborare fattivamente a progetti culturali anche di ampio respiro volti al recupero della nostra
cultura musicale e artistica. Di questi spettacoli la rete Toscana TV sta mandando in onda proprio nel corso delle festività natalizie tutta la serie completa.

Per quanto attiene invece al futuro il 2019 sarà denso di impegni importanti. In collaborazione con l’associazione Arte Mia, verrà realizzata una serie di quattro incontri aventi come tema la comprensione della musica, in generale e di quella lirica e classica in particolare e delle emozioni che questa suscita. Questi incontri avranno luogo nei giorni 15 e 29 Gennaio e 12 e 26 Febbraio, presso la sede di ArteMia in via dei Sassoli.

A seguire, con data ancora da stabilire, ci sarà la presentazione del libro sugli autori pratesi Ciardi e Castagnoli, scritto da Filippo Tosciri e Lidia Cimino ed edito dalla casa editrice Attucci; un libro importante per la rivalutazione di un periodo storico e musicale di due artisti pratesi poco conosciuti dal grande pubblico.

Il libro uscirà completo di un CD con alcuni brani musicali degli autori dei quali non esistono incisioni e quindi sarà di sicuro interesse anche
per il pubblico meno esperto. Seguirà, sempre nel corso del 2019 , l’inaugurazione della Mostra permanente della donazione Gori presso la scuola Verdi che tanto tempo e impegno ha richiesto negli ultimi anni e che finalmente è in dirittura di arrivo.

Questa Mostra così tanto voluta dall’Associazione Perchè Verdi Viva, grazie alla digitalizzazione effettuata sui reperti a cura dell’Archivio di
Stato di Prato , permetterà di essere presentata anche oltre i confini della nostra città , coinvolgendo una platea assai più vasta. Sono in corso contatti col Conservatorio di San Niccolò e col Museo del Tessuto per effettuare nel primo semestre del 2019 due eventi culturali musicali.

In estate, in programma anche altri appuntamenti con centri culturali delle periferie pratesi. Un ‘annata importante di cui non mancheremo di dare informazioni, in un prossimo futuro, ai lettori di Prato Magazine a cui facciamo i Migliori Auguri per il 2019.

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...