Aglianese – Prato, il derby torna dopo quarant’anni

di Roberto Nardi

Azione di gioco della gara di andata (Fabrizio Landi ph)

Azione di gioco della gara di andata (Fabrizio Landi ph)

Il calendario della quinta giornata di ritorno mette di fronte Aglianese e Prato, domenica alle ore 14:30 allo stadio Bellucci di Agliana. Neroverdi e biancazzurri si ritrovano in una sfida di campionato dopo 41 anni. Era la stagione 1976-77 e all’andata vinse il Prato per 2-1 con i gol di Avino e Oliva mentre al ritorno si imposero i neroverdi con lo stesso risultato e alla fine di quella stagione il Prato conquisto la promozione in C dove ha giocato ininterrottamente fino alla scorsa stagione.

Nella gara di andata giocata a ottobre finì a reti bianche. C’è anche il precedente di Coppa Italia a fine agosto ( 2-0 per i pistoiesi) ma quello era un Prato composto da giovanissimi. La vittoria di domenica scorsa con il Bastia ha portato la squadra biancazzurra a quota 27 punti in classifica distanziando di quattro punti la zona play out. La squadra di De Petrillo nelle ultime sette gare ha conquistato 14 punti frutto di quattro vittorie, due pareggi e una sola sconfitta la scorsa settimana nel turno infrasettimanale sul campo del Real Forte Querceta.

In casa biancazzurra l’infermeria è sempre affollata e per la sfida con i neroverdi mister De Petrillo dovrà ancora fare a meno di Tomi che dalla prossima settimana rientrerà in gruppo, dell’attaccante Fofana che sta facendo ancora lavoro di riabilitazione dall’infortunio muscolare e i tempi di rientro dovrebbero essere nel giro di due settimane. Sulla via del recupero l’attaccante Bazzoffia che potrebbe già andare in panchina. Ancora fermo il giovane Toccafondi fermo da un mese per un infiammazione al ginocchio. E’ tornato disponibile il centrocampista Marini i cui accertamenti clinici sono risultati confortanti. Ha saltato la rifinitura Kouassi che ha accusato un pò di febbre ma sarà regolarmente in campo. Recuperato anche Scianname uscito anzitempo dalla sfida di domenica scorsa con il Bastia.

Confermata la formazione vincente domenica scorsa con il modulo 3-5-2. Fontanelli tra i pali con la difesa a tre composta da Piroli, Quinto e Scianname. A centrocampo Cecchi e Bassano esterni con il reparto completato da Carli, Gargiulo e Kouassi con l’alternativa Marini. In attacco spazio alla coppia Moreo – Rozzi. A disposizione il portiere Demalija, Ghimenti, Martini, Moussa, De Simone, Abdoune e Ciabatti.
Non è un momento facile per l’Aglianese, reduce dalla sconfitta con la Sangiovannese dopo sette risultati utili consecutivi di cui sei pareggi con i neroverdi ripiombati in zona play out.

«Non siamo contenti, perché crediamo che con gli aggiustamenti fatti nel mercato di riparazione questa squadra possa dare molto di più – commenta il direttore generale dell’Aglianese Giusti – mi sarei aspettato un altro tipo di ripartenza, sia a livello di risultati che di atteggiamento. Con il Prato non c’è una rivalità particolare, per noi è una partita come le altre anche se si tratta di uno scontro salvezza che dobbiamo assolutamente cercare di vincere perché adesso la classifica è molto corta, non ci possiamo permettere altri passi falsi».

L’Aglianese ha cambiato pelle nel mercato invernale con gli arrivi anche di due ex biancazzurri come il difensore Ghidotti e l’attaccante Liurni e con in panchina il nuovo tecnico Iacobelli. Sarà assente l’esperto difensore Fedi fermato per un turno di squalifica. Il Prato dal canto suo finora non ha mai vinto in trasferta e cerca il primo squillo esterno stagionale per chiudere un mese di gennaio intenso ma positivo sul piano dei risultati.

Arbitrerà la sfida Daniele Giuseppe Cannata di Faenza, coadiuvato dagli assistenti Antonio Codemo di Castelfranco Veneto e Graziano Berti di Arco Riva.

Roberto Nardi

Nato a Prato nel 1958, lavora come dipendente presso un'industria tessile. Da una decina di anni ha realizzato un sogno rimasto nel cassetto, quello di scrivere e raccontare le vicende dello sport pratese che segue con passione fin da ragazzo. E' presidente di una società sportiva amatoriale.


Visualizza gli altri articoli di Roberto Nardi

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...