Sport pratese, un 2018 al femminile

di Roberto Nardi

Vittoria Guazzini

Vittoria Guazzini

Tracciando un bilancio sullo sport pratese nell’anno che ci sta lasciando la copertina è tutta al femminile. L’emblema di questo 2018 sono due ragazze diciottenni, Vittoria Guazzini nel ciclismo e Desirèe Cocchi nel pattinaggio artistico, due giovanissime con un presente brillante e un futuro che si preannuncia radioso.

Un anno che se ne va con un carico di successi e grandi soddisfazioni, ma con un 2019 che vedrà ancora alla ribalta queste ragazze che portano il nome della Prato (e provincia) sportiva nel mondo. Vittoria Guazzini nata il il 26 dicembre del 2000, ciclista con un nome che calza perfettamente alla ragazza di Poggio a Caiano che vanta già qualcosa come cinque successi europei, tre mondiali e due nazionali. In pista o su strada è sempre stata protagonista in un anno da incorniciare.

Desirèe Cocchi

Desirèe Cocchi

Una ragazza che rappresenta non solo il presente, ma anche il futuro del ciclismo azzurro proiettato verso i grandi appuntamenti dei prossimi anni. Un palmares invidiabile per una ragazza dotata di grande talento e temperamento ma che sa mantenere la testa sulle spalle e con tutti i successi ottenuti, è una cosa da rimarcare. Caparbia e soprattutto umile e matura nonostante la giovane età. Studentessa del Copernico a Prato e con la grande passione per la chitarra e il rock. Il 2018 di Vittoria Guazzini è stato pieno di successi, di colori e di maglie da vestire, dal tricolore all’iride.

Cambiando sport troviamo un’altra ragazza in vetrina come Desirèe Cocchi, punta di diamante della Primavera Prato diventata campionessa del mondo di pattinaggio artistico nella categoria obbligatori junior. La diciottenne Desirèe è cresciuta nella società pratese dove ha iniziato a pattinare dall’età di quattro anni sulla pista del Pala Rogai seguendo le orme della sorella Candida, ex campionessa e ora allenatrice. La giovane Desirèe è la continuità della lunga tradizione di queso sport a Prato con l’Hp Primavera Maliseti. Un 2018 in crescendo con l’argento ai campionati europei in Portogallo e poi alla prima partecipazione a una competizione mondiale è arrivato l’oro. Forse inatteso e per questo più bello. Il futuro è dalla parte di Desirèe che concilia alla perfezione lo studio e la passione per il pattinaggio.

I volti sorridenti di queste ragazze per le loro imprese, sono lo spot migliore per continuare a portare Prato sul tetto del mondo a livello sportivo anche nei prossimi anni.

Roberto Nardi

Nato a Prato nel 1958, lavora come dipendente presso un'industria tessile. Da una decina di anni ha realizzato un sogno rimasto nel cassetto, quello di scrivere e raccontare le vicende dello sport pratese che segue con passione fin da ragazzo. E' presidente di una società sportiva amatoriale.


Visualizza gli altri articoli di Roberto Nardi

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...