Circolo Prato 2010 difende il primato a Terni

di Roberto Nardi

Adeyemo Fatai

Adeyemo Fatai

Il Circolo Prato 2010, capolista del girone B di serie A2, difende il primato nell’ultima partita del girone di andata sul campo della seconda in classifica Campomaggiore Terni, che segue i pratesi a due punti di distacco. Si gioca sabato 15 dicembre alle ore 16 al Pala tennis tavolo di Terni. Sfida decisiva per la qualificazione in Coppa Italia in programma il 12-13 gennaio prossimo, dove le prime 6 classificate della serie A1 e le prime dei gironi di A2 si affronteranno in uno spettacolare week-end pongistico ad altissimo contenuto tecnico.

La squadra pratese guidata dal direttore tecnico Giorgio La Rocca è reduce dal pareggio casalingo con il Marcozzi Cagliari, attuale terza forza del campionato e può contare su due risultati su tre per mantenere il primato. In caso di sconfitta gli umbri raggiungerebbero il Circolo Prato 2010 a quota 11.

Prato è imbattuta con 5 vittorie e un pareggio ed è decisa a centrare questo primo obbiettivo stagionale. La squadra umbra dopo una partenza al rallentatore (pareggio a Carrara e sconfitta casalinga con Casamassima) ha poi inannellato quattro vittorie consecutive, compreso quella con il quotato Cagliari, che l’hanno portata al secondo posto.

La formazione pratese composta da Fatai Adeyemo, Azeez Jamiu e Lorenzo Ragni si troveranno ancora una volta di fronte il temibile Lei Wei Min cinese mancino, che i pratesi hanno già affrontato lo scorso anno in A2 ed in passato quando vestiva la maglia del Casalbordino in B1 e A1 veterani, il giovane talento in crescita, Marco Cappuccio, componente della nazionale giovanile juniores e Babatunde esperto giocatore della folta e tecnica comunita’ pongistica nigeriana presente in Italia. Una formazione di tutto rispetto ma il Circolo Prato ha tutte le carte in regola per centrare il risultato con il terzetto che vede Ragni (10 vittorie su 11), Azeez (8 vittorie su 10) e il capitano Fatai ( 5 vittorie su 7).

Roberto Nardi

Nato a Prato nel 1958, lavora come dipendente presso un'industria tessile. Da una decina di anni ha realizzato un sogno rimasto nel cassetto, quello di scrivere e raccontare le vicende dello sport pratese che segue con passione fin da ragazzo. E' presidente di una società sportiva amatoriale.


Visualizza gli altri articoli di Roberto Nardi

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...