Un altro pesante ko per un Prato in crisi

di Roberto Nardi

(Fabrizio Landi ph)

(Fabrizio Landi ph)

Dopo il ko interno con il Gavorrano i biancazzurri cercavano riscatto nel turno infrasettimanale, ma invece dallo stadio Buon Riposo è arrivata un’altra pesante sconfitta con il Seravezza. E’ piena crisi per la squadra di De Petrillo che dopo dodici giornate si trova in piena zona playout con dieci punti. Dopo quattro gare positive (due vittorie e due pareggi) la squadra ha subito un involuzione, manifestando anche in questa occasione una certa sterilità offensiva (nessun gol segnato nelle ultime tre gare).

Una formazione costruita in ritardo e senza un identità di squadra che paga anche una una condizione approssimativa. Il Prato parte bene e centra un palo con Moreo ma con il passare dei minuti sono i padroni di casa a passare in vantaggio al 17′ con Bortoletti che devia un tiro da fuori di Bongiorni e la squadra versiliese prende coraggio e trovando il raddoppio al 42′ con il colpo di testa Bedini.

Alla fine del primo tempo arriva l’espulsione per doppia ammonizione di Malàn e i biancazzurri, già in difficoltà, giocano l’intero secondo tempo in inferiorità numerica. Il Seravezza chiude i conti con il gol del rientrante bomber Rodriguez dopo un quarto d’ora e per il Prato è notte fonda.


Tabellino: Seravezza – Prato 3-0 • Seravezza: Cavagnaro, Borgia (30’s.t. Ramacciotti), Dell’Amico, Granaiola (27’s.t. Cornacchia), Syku, Fiale (30’s.t. Galletti), Bedini, Bortoletti, Bongiorni (33’s.t. Nelli), Rodriguez (39’s.t.I mbrenda), Podestà. Allenatore: Vangioni • Prato: Demalija, Bassano, Cecchi (22’st .Ghimenti), Malan, Piroli (18’s.t. Di Filippo), Sciannamè, Tomi (18’s.t. Carrotta), Quinto, Moreo, De Simone (46’p.t. Carli), Bazzoffia (1’s.t. Del Sante). Allenatore: Di Petrillo • Arbitro: Gemelli di Messina. Assistenti: Brodoni di Terni e Lauri di Gubbio • Marcatori: 17’ p.t. Bortoletti, 42’ Bedini, 15’s.t. Rodriguez • Note: ammoniti Malan, Bazzoffia, Carli. Espulso al 45’ p.t. Malan.


Roberto Nardi

Nato a Prato nel 1958, lavora come dipendente presso un'industria tessile. Da una decina di anni ha realizzato un sogno rimasto nel cassetto, quello di scrivere e raccontare le vicende dello sport pratese che segue con passione fin da ragazzo. E' presidente di una società sportiva amatoriale.


Visualizza gli altri articoli di Roberto Nardi

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...