Prima vittoria del Prato, 2-1 alla Pianese

di Roberto Nardi

Prato - Pianese: il gol del 2-0 di Tomi (Fabrizio Landi ph)

Prato – Pianese: il gol del 2-0 di Tomi (Fabrizio Landi ph)

Con il nuovo tecnico De Petrillo in panchina il Prato centra la prima vittoria in campionato superando per 2-1 la Pianese. Partita subito in discesa per i biancazzurri che dopo dieci minuti erano avanti per 2-0. Il gol degli ospiti nel recupero del primo tempo ha riaperto una partita che nella ripresa si è fatta più combattuta con il Prato che non ha sfruttato l’occasione per chiudere la gara e gli ospiti che al 92′ si sono visti annullare il gol dell’eventuale pareggio per fuorigioco.

De Petrillo all’esordio sulla panchina laniera si affida al 4-3-1-2 con Brunelli tra i pali e la linea difensiva composta sugli esterni dalle quote Cecchi e Bassano e l’esperta coppia centrale Piroli – Di Filippo. A centrocampo il giovane Carli, Quinto e Tomi come esterno di centrocampo con Kouassi trequartista alle spalle della coppia Moreo – Del Sante. Partenza sprint dei biancazzurri che al 7′ passano in vantaggio. Del sante riceve palla in area decentrato sulla destra lascia partire un diagonale che Kouassi devia in rete sul secondo palo per il primo gol in maglia biancazzurra del classe 2000.

Prato - Pianese 2-1 (Fabrizio Landi ph)

Prato – Pianese 2-1 (Fabrizio Landi ph)

Il raddoppio al 10′ con Tomi direttamente da calcio d’angolo con una parabola a girare che si infila sul secondo palo. Il Prato controlla la gara e solo alla mezzora la Pianese in contropiede impegna Brunelli che devia di piede una conclusione dell’ex Lorenzo Benedetti lanciato in contropiede. Al 40′ una punizione del solito Tomi è deviata in angolo dal portiere e in pieno recupero gli ospiti accorciano le distanze con Simeoni che risolve una mischia in area con la complicità della difesa laniera.

La ripresa si apre con un gol annullato a Moreo scattato sul filo del fuorigioco. I biancazzurri arretrano il baricentro e i bianconeri spingono alla ricerca del pareggio. Al 19′ un colpo di testa di Buongiorni colpisce la traversa. Finale di partita con diverse emozioni. Il Prato potrebbe chiudere la partita al 39′ quando Bazzoffia dalla destra mette in mezzo un pallone invitante per Rozzi che da buona posizione spedisce alto sulla traversa.

Un minuto più tardi è ancora Rozzi lanciato in contropiede che è anticipato di un soffio dal portiere e in pieno recupero (47′) viene annullato un gol di Buongiorni che dal limite aveva mandato la palla nell’angolo alto ma il segnalinee aveva la bandierina alzata per segnalare una posizione di fuorigioco. Una vittoria sofferta ma che da morale al gruppo biancazzurro atteso dal turno infrasettimanale di mercoledi sul campo del Gavorrano, mentre domenica prossima sarà di nuovo al Nelli di Montemurlo con lo Scandicci.


Tabellino: Prato – Pianese 2-1 • Prato (4-3-1-2): Brunelli; Cecchi (47’s.t. Ghimenti), Piroli, Di Filippo, Bassano; Carli (23’s.t. De Simone),Quinto, Tomi; Kouassi (37’p.t. Rozzi); Moreo (23’s.t. Malàn), Del Sante (20’s.t. Bazzoffia). A disposizione: Fontanelli, Martini, Carrotta, Lunghi. Allenatore: De Petrillo • Pianese (4-3-1-2): Wroblesky; Selmi (37’s.t. Bracciali), Bernardini, Gagliardi, Dell’Aquila; Simeoni, Benedetti Giacomo (48’s.t. Ravanelli), Bianchi; Catanese (24’s.t. Giustrini); Buongiorno, Benedetti Lorenzo. A disposizione: Intorre, Bonati, Siclari, Di Leo, Di Mascio, Acatullo. Allenatore: Masi • Arbitro: Valentina Finzi di Foligno. Assistenti: Penasso di Albenga e Iocca di Isernia • Marcatori: 7’p.t. Kouassi, 10′ Tomi, 47′ Simeoni • Note: pomeriggio variabile; spettatori: 150. Ammoniti: Del Sante (27’p.t.), Benedetti Giacomo (27’p.t.), Bassano (27’s.t.), Bazzoffia (48’s.t.). Angoli: 4-7. Recupero: 3’p.t.; 4’s.t.


Roberto Nardi

Nato a Prato nel 1958, lavora come dipendente presso un'industria tessile. Da una decina di anni ha realizzato un sogno rimasto nel cassetto, quello di scrivere e raccontare le vicende dello sport pratese che segue con passione fin da ragazzo. E' presidente di una società sportiva amatoriale.


Visualizza gli altri articoli di Roberto Nardi

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...