Dear Rose, una canzone per due regine

di Bettina Tesi

Chantal e Alexandra

Chantal e Alexandra

Un connubio davvero inusuale, nel mondo della Profumeria Artistica, quello di queste due signore, madre e figlia, che da qualche anno ci sorprendono con le loro fragranze davvero uniche e di grande creatività. Il marchio da loro creato, Dear Rose, adesso divenuto Roos & Roos,, nel giro di pochi anni, si è imposto nel mercato della profumeria di nicchia per la versatilità con cui, nei loro profumi, hanno celebrato il mondo segreto dell’animo femminile, fin dal loro esordio.

Cinque donne innamorate, cinque modi diversi di vivere questo splendido sentimento, attraverso la sublimazione di accordi olfattivi floreali e legnosi, con una entrata improvvisa e allegra di note solari, sabbia e acqua salata.

Con queste cinque fragranze, la loro Collezione Classica, ecco che Roos & Roos  si presentano nel mondo dell’Alta Profumeria.  E la consacrazione arriva nel giro di pochissimo tempo, con il clamore e la sorpresa di Mentha Religiosa, che, anche chi scrive, riconobbe come una fragranza che avrebbe fatto epoca. L’incontro di due mondi lontani, come l’Incenso e la Menta, danno vita a qualcosa di mai sentito,  e che,nel 2017, vince il premio per il miglior profumo di nicchia, meritatissimo !

In The Wood For Love

In The Wood For Love

Ma non c’è tempo di riposare sugli allori. Ecco quindi, la collezione Exclusive,  dove ogni fragranza è una canzone, Song, dove la creatività si esprime ai massimi livelli, unendo note classiche, come la Rosa, a aromi davvero inconsueti, nel contesto dei profumi femminili, pensiamo allo Zenzero, che anticipa il cuore di Fiore di Mandorlo e Gelsomino Notturno in White Song, o l’Oud, la più preziosa resina. unito a sentori di Lampone e Rosa Bulgara, in Oud Vibration.

La loro ultima creazione, In The Wood For Love, ci sorprende ancora,  restando fedele alla corrente agrumata dell’ultima stagione, svolta drasticamente in un cuore di Iris e Violetta, per dare morbidezza e malizia birichina a un incontro d’amore… nel bosco.

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...