Compro Oro: dal 3 settembre obbligatoria la registrazione

di Redazione

Roberto Duranti

Roberto Duranti, presidente di Federpreziosi-Confcommercio Toscan

Sarà operativo dal prossimo mese il Registro degli operatori compro oro, istituito presso l’Oam (Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi). Tutte le domande di iscrizione dovranno essere presentate entro e non oltre il 2 ottobre, data entro la quale saranno rese note le specifiche tecniche relative alle procedure di registrazione, accreditamento e consultazione. Per l’occasione la Confcommercio di Firenze ha attivato un servizio di consulenza dedicato, disponibile su appuntamento, nella sede di piazza Pietro Annigoni 9/D.

Nuove scadenze per gli operatori compro oro, per i dettaglianti orafi e per tutti coloro che svolgono attività di compravendita al dettaglio, all’ingrosso e permuta di oggetti preziosi usati. Da lunedì 3 settembre, infatti, sarà operativo il nuovo Registro Compro Oro, istituito presso l’Oam, che recepisce quanto previsto dal decreto legislativo 92 del 25 maggio 2017.

Tutti coloro che vorranno proseguire questa attività dovranno obbligatoriamente presentare, tramite il portale Oam, la domanda di iscrizione entro e non oltre il 2 ottobre (30 giorni dall’avvio della gestione del registro),corredata dei previsti versamenti e dalla documentazione che viene richiesta dall’Organismo.

A partire dal 3 ottobre coloro i quali, invece, non avranno presentato l’istanza di iscrizione, dovranno interrompere la compravendita e l’attività di permuta di oggetti preziosi usati, che potrà essere ripresa solo dopo l’avvenuta messa in regola e a seguito della pronuncia di accoglimento da parte dell’Oam.

La Confcommercio di Firenze è già attiva per offrire ai propri associati un servizio di assistenza. Per ricevere informazioni o per prendere un appuntamento, le imprese interessate possono contattare la segreteria Federpreziosi-Confcommercio Firenze telefonando al numero 0552036927.

«Siamo convinti che in questa fase – commenta Roberto Duranti, presidente di Federpreziosi-Confcommercio Toscana – sia fondamentale supportare i nostri associati in modo da evitare che incorrano in errori o in sanzioni. Per questo è importante fornire, con tempestività, l’assistenza necessaria per rispondere in tempo reale alle esigenze e alle domande degli operatori».

 

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...