Il Lungobisenzio ritorna lo stadio del Prato

di Roberto Nardi

lungobisenzio-180713-001 1Il Lungobisenzio ha superato l’esame. La commissione di vigilanza ha concesso senza prescrizioni l’agibilità dello stadio di via Firenze. L’agibilità dello stadio, era il primo passo per richiedere il ripescaggio in serie C da parte della proprietà in pectore del Prato calcio facente capo alla famiglia italo canadese Romano.  La settimana scorsa la Commissione aveva rilevato alcuni problemi nelle rifiniture e si era congedata lasciando un elenco delle ultime, piccole ma necessarie cose da sistemare.

Negli ultimi sette giorni tutto è stato fatto e così lo stadio è stato ritenuto idoneo. Dopo un intera stagione passata in esilio al Mannucci di Pontedera per disputare le partite casalinghe, il Prato può tornare a giocare in casa per davvero dopo i lavori durati più di un anno. L’agibilità spiana la strada per presentare la domanda di ripescaggio in serie C dopo che il Prato, nell’ultimo campionato, è retrocesso in serie D. Il ritorno in serie C era una prerogativa del gruppo canadese per acquisire la società biancazzurra.

Adesso la domanda di ripescaggio può essere effettuata e alla luce del posto vacante lasciato dal Bassano (fusione con il Vicenza) e dalla rinuncia ufficiale del Mestre e dalle almeno cinque squadre in forte difficoltà e vicine a gettare la spugna, mettono il Prato quasi sicuro di tornare nella terza serie. In giornata si conosceranno le squadre non ammesse e la federazione aprirà i termini per presentare la domanda. Il responso ufficiale sul ripescaggio del Prato in serie C è previsto nei primi giorni del mese di agosto.

La società canadese guidata dall’avvocato Joseph Romano è ora attesa al deposito, entro lunedi 23 luglio, delle coperture finanziarie utili a concludere l’affare e poi potrà cominciare una nuova vita per l’ultracentenaria società pratese dopo 39 anni di gestione della famiglia Toccafondi.

Roberto Nardi

Nato a Prato nel 1958, lavora come dipendente presso un'industria tessile. Da una decina di anni ha realizzato un sogno rimasto nel cassetto, quello di scrivere e raccontare le vicende dello sport pratese che segue con passione fin da ragazzo. E' presidente di una società sportiva amatoriale.


Visualizza gli altri articoli di Roberto Nardi

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...