Al Giardino Corsini appuntamento con le fragranze del M° Fabio Luisi

di Andrea Sarti

Fausto Calderai, il M° Fabio Luisi, Giorgiana Corsini, Neri Torrigiani

Fausto Calderai, il M° Fabio Luisi, Giorgiana Corsini, Neri Torrigiani

Questa mattina il maestro Fabio Luisi, nuovo direttore musicale del Maggio Musicale Fiorentino, ha presentato al Giardino Corsini di Firenze la sua raffinata linea di profumi artigianali FL Parfums. L’incontro ha anticipato di qualche settimana la XXIV edizione della mostra Artigianato e Palazzo (Firenze, Giardino Corsini 17-20 maggio 2018) e di due giorni l’inaugurazione dell’LXXXI Festival del Maggio Musicale Fiorentino, quando il maestro Luisi dirigerà la prima di Cardillac, opera del 1926 di Paul Hindemith imperniata sulla figura dell’orafo del Re Sole.

Sotto la Loggia del Buontalenti del seicentesco giardino all’italiana, Luisi ha raccontato a un pubblico selezionato e interessato come è nata la sua passione per la profumeria artigianale, arte in cui si è specializzato da autodidatta. Dopo un primo periodo di sperimentazione è stato allievo per due anni di un importante profumiere newyorchese, figura leggendaria e guida per generazioni di creatori.

Luisi ha illustrato la gamma di ricercate e preziose fragranze, anche personalizzabili, che realizza in edizione limitata con le proprie mani, con cura, amore e impegno, utilizzando prevalentemente sostanze naturali, tra cui l’incenso dell’Oman, la mirra dell’Etiopia, il vetiver di Haiti, il sandalo dell’India e della Nuova Caledonia, l’ambra grigia della Nuova Zelanda.

Dall’idea di partenza, fino all’imbottigliamento e all’etichettatura, tutto è curato personalmente da Fabio Luisi. Per le sue creazioni artigianali parte da uno spunto, da una persona, da una sensazione. Da qui crea un profumo, mettendo insieme tutte le sostanze necessarie, come olii essenziali, tinture, assoluti. Dopo un periodo di riposo di alcune settimane, necessario perché le misture si uniscano perfettamente, aggiunge nelle giuste proporzioni uno speciale alcool di primissima qualità, ricavato da grano o da uva, per poi far seguire un ulteriore periodo di riposo.

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...