I Gigli premiano il Drone per il trasporto di sangue e medicinali

di Redazione

Da dx: Luca Frigeri, Giuseppe Tortora e Stefano De Robertis

Da dx: Luca Frigeri, Giuseppe Tortora e Stefano De Robertis

CAMPI BISENZIO (Firenze) – Un drone per il trasporto e lo spostamento in emergenza di sangue, emoderivati e medicinali, 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, per ridurre tempi e costi per la sanità, ma anche per raggiungere luoghi difficili. E’ questo il progetto che ha vinto il contest Big Idea 2018 nell’ambito della seconda edizione di #InnovaZone, la manifestazione dedicata alle eccellenze produttive e di ricerca toscane, organizzata dal Centro Commerciale I Gigli dal 15 al 18 marzo scorsi. La manifestazione è stata patrocinata da Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comuni di Calenzano, Campi Bisenzio e Prato, Università di Firenze e Fondazione per la ricerca e l’innovazione.

I Gigli hanno consegnato ieri il premio, una Gigli Gift Card da mille euro ad ABzero, giovane azienda, spinoff della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Un drone per la vita è stata infatti giudicata un’idea socialmente utile e d’impatto concreto nella vita quotidiana delle persone. La scelta è stata fatta tra le decine di progetti presentati da start up e realtà di ricerca a #InnovaZone, tutti accomunati da una forte impronta tecnologica. Il drone ideato da ABzero sarà automatizzato nel decollo, nella percorrenza e nell’atterraggio e secondo i progettisti permetterà di ridurre i tempi di trasporto fino all’80% sulle brevi distanze e oltre il 50% sulle medie distanze (30,40 km).

Erano presenti alla premiazione Luca Frigeri direttore de I Gigli, Giuseppe Tortora di ABzero, Stefano De Robertis responsabile marketing di Eurocommercial Properties Italia, proprietà de I Gigli.

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...