Forza Nuova: «Parlano i brigatisti e censurano gli artisti»

di Andrea Sarti

forzanuova-180324-001CARMIGNANO (Prato) – «E fu così, che in una società ormai in declino e allo sbando più totale, si dà spazio ad ex appartenenti alle Brigate Rosse, che sono liberi di andare in tv e sui giornali ad esternare i loro deliri di onnipotenza e impunità, mentre si vuole censurare l’espressione artistica, in nome di un falso buonismo e multiculturalismo», afferma Gabriele Gori, responsabile pratese di Forza Nuova.

«Il sindaco di Carmignano Prestanti e l’assessore Spinelli – spiega Gori -, contrari al l’esibizione di Povia, da bravi campioni dell’accoglienza radical chic, applicano un modello secondo cui, tutto va bene purché sia conforme al pensiero unico dominante, applicando di fatto una censura, quella censura che loro stessi dicono di non voler in alcun modo mettere in pratica».

«Questa è la loro tanto decantata democrazia: calpestare il diritto degli Italiani ad esprimersi anche in ambito musicale, quando questo non segue predeterminate linee guida. Noi saremo sempre in prima linea – conclude Gori – dalla parte del popolo, quel popolo che solo Forza Nuova può rappresentare nel mare magnum del politicamente corretto e del bispensiero dominante».

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...