Il Prato cede alla quotata Alessandria

di Roberto Nardi

PONTEDERA (Pisa) – Nuova sconfitta per il Prato che cede di misura 3-2 nella sfida con l’Alessandria che inanella il decimo risultato utile consecutivo. Al Mannucci di Pontedera con condizioni meteo avverse per il fortissimo e gelido vento con spruzzate di nevischio, va in scena la sfida numero 42 tra azzurri e grigi piemontesi. Il Prato si presenta con Orlando al posto di Piscitella (out per sciatalgia), per il resto lo schieramento di Catalano è lo stesso della domenica precedente. Nell’Alessandria tra i pali il pratese Gianmarco Vannucchi con il 4-3-3 con i temibili Fischnaller e Gonzalez in attacco.

Prato-Alessandria: il gol di Carletti

Prato-Alessandria: il gol di Carletti

Parte subito forte l’Alessandria che al 1′ colpisce la parte superiore della traversa con una conclusione da fuori, deviata dal vento di Gonzales. Al 3′ Fischnaller servito in verticale si ritrova a tu per tu con Sarr che in uscita gli chiude lo specchio della porta e devia in corner. Dal tiro dalla bandierina arriva il vantaggio ospite: Piccolo sigla di testa su calcio d’angolo battuto da Gonzalez. I biancazzurri approcciano male il confronto con l’Alessandria vicina al raddoppio: al 9′ Gonzalez serve dalla destra l’accorrente Fischnaller che centralmente tutto solo manca l’impatto con la sfera. Al 10′ Russini incrocia la volo di sinistro dal vertice sinistro dell’area di rigore. Sarr devia in corner in tuffo.

Al 20′ Gonzalez complice il vento forte mette in difficoltà Sarr su calcio di punizione quasi dalla tre quarti sinistra con un tiro cross. Il portiere biancazzurro riesce a deviare in corner con un colpo di reni. Al 25′ Nicco mette in mezzo dalla destra per l’accorrente Fischnaller che calcia alto sopra la traversa da buona posizione. Dopo mezzora di marca ospite, il Prato trova il pareggio: al 28′ punizione dalla trequarti battuta con uno spiovente da Gargiulo. Vannucchi sbaglia completamente il tempo dell’uscita e spalanca la porta al colpo di testa di Carletti che sigla l’1-1 e il suo primo gol in maglia laniera. Il gol da morale al Prato che al 33′ dopo un bel fraseggio Carletti-Orlando che calcia di prima con il destro e Vannucchi si distende alla sua sinistra e blocca la sfera rasoterra.

La gara si decide nella ripresa: Al 7′ annullato un gol a Carletti per fuorigioco. Sul ribaltamento di fronte, Fischnaller conclude fuori con Sarr in uscita. Al 13′ Alessandria di nuovo in vantaggio: su una conclusione sbagliata di Sestu irrompe Nicco sul secondo palo e supera Sarr con un facile conclusione da distanza ravvicinata. Al 19′ arriva il tris: Fischnaller servito da Sestu se ne va in velocità e incrocia in rete con il destro. Il gol di Fantacci al 36′ con un bel sinistro dai 25 metri riapre la gara, assalto finale dei biancazzurri ma il risultato non cambia con il Prato che resta ultimo a due lunghezze dal Gavorrano sconfitto ad Arzachena.

Tabellino: Prato – Alessandria 2-3. Prato (4-3-3): Sarr; Ghidotti (43’s.t.Liurni), Casale, Martinelli, Seminara (1’s.t. Coccolo); Bertoli, Gargiulo (25’s.t. Colli), Fantacci; Ceccarelli, Carletti, Orlando (25’S:t. Akammadu). A disposizione: Reggiani, Bonetto, Cistana, Guglielmelli, Rozzi, Zucchetti. Allenatore: Catalano. Alessandria (4-3-3): Vannucchi; Sciacca, Blanchard, Piccolo, Barlocco; Gatto, Ranieri, Nicco; Gonzales (37’s.t.Bellazzini), Fischnaller, Russini (1’s.t Sestu ). A disposizione: Pop, Fissore, Giosa, Lovric, Gjura, Ragni, Chinellato, Kadi. Allenatore: Marcolini. Arbitro: Pashuku di Albano Laziale. Assistenti: Madonia di Palermo e Buonocore di Marsala. Marcatori: 5’p.t. Piccolo, 28′ Carletti, 13’s.t. Nicco, 19’Fischnaller, 36′ Fantacci. Note: pomeriggio ventoso con nevischio. Spettatori 200 circa. Ammoniti: Rozzi (36’p.t dalla panchina), Seminara (38’p.t.), Ghidotti (45’p.t.). Angoli: 1-7. Recupero: 0’p.t.;3’s.t.

Roberto Nardi

Nato a Prato nel 1958, lavora come dipendente presso un'industria tessile. Da una decina di anni ha realizzato un sogno rimasto nel cassetto, quello di scrivere e raccontare le vicende dello sport pratese che segue con passione fin da ragazzo. E' presidente di una società sportiva amatoriale.


Visualizza gli altri articoli di Roberto Nardi

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...