Prato Partecipa, amministratori sul banco degli imputati

di Redazione

Simone Mangani

L’assessore Simone Mangani

«Pensavano di sedersi al tavolo per prendere parte a Prato partecipa ed invece si sono seduti sul banco degli imputati con una sentenza di condanna già scritta da tempo. I capigruppo in consiglio comunale di Prato del Partito democratico, della Lista Biffoni, del Movimento 5 stelle, di Prato libera e sicura, di Forza Italia, di Energie per l’Italia e della Lista Cenni sono stati etichettati come incapaci (per negligenza, menefreghismo o indolenza) di raccogliere le istanze del gruppo di cittadini che seguendo un percorso partecipativo, così come previsto dalla Costituzione, negli ultimi quindici anni hanno redatto numerose proposte in materia di sicurezza, recupero dell’area dell’ex ospedale Misericordia e Dolce, del decoro di piazza Mercatale e del centro in genere (solo per ricordarne alcune), sottoponendole ai consiglieri di tutti i partiti presenti in Consiglio comunale e passando da un’amministrazione di centrosinistra ad una di centrodestra e ancora ad una monocolore del Partito democratico, ricevendo sempre in cambio la quasi totale indifferenza da parte di tutti.

Così il movimento capeggiato da Paolo Sanesi e Salvo Ardita ha sbattuto le porte in faccia a cominciare dall’amministrazione comunale che per l’occasione era rappresentata dall’assessore Simone Mangani, per finire con tutti i partiti presenti. «Da ora in poi i nostri rapporti con l’attuale amministrazione e con i partiti presenti in Consiglio si interrompono, augurandoci che un giorno arrivi un elefante bianco a comprendere e rappresentare le istanze dei cittadini», ha concluso Paolo Sanesi. Fra i politici presenti c’è chi ha tentato di scusarsi, chi ha fatto la parte della verginella e chi ha indossato i vestiti del Marchese del Grillo «perché io sono io e voi non siete un c…».

Ecco quindi che come Scelta Civica, partito non presente in Consiglio comunale, non possiamo che prendere le parti di quei cittadini riuniti nel comitato Prato partecipa e rivolgere loro un invito: C’è un anno e mezzo alle elezioni amministrative del 2019, venite con noi e scriviamo insieme il programma elettorale. Candidate dei vostri rappresentanti e facciamoli eleggere in consiglio comunale. Solo così le proposte dei cittadini potranno diventare realtà e l’elefante bianco potrà vedere la luce. Altrimenti loro saranno loro e voi…» Scelta Civica Prato.

Commenta l'articolo

Potrebbe interessarti anche ...